FRP su murature

Fasce in fibra di carbonio o in fibra di vetro opportunamente disposte per contrastare le sollecitazioni delle strutture murarie

  1. Preparazione del substrato mediante asportazione del materiale incoerente e realizzazione di un supporto meccanicamente resistente e depolverato;
  2. Ove necessario, realizzazione di una pista di regolarizzazione mediante stesura di malta fibrorinforzata, bicomponente, con elevati valori di adesione al supporto tipo BETONTIX BIC;
  3. Realizzazione dei fori che accoglieranno i connettori a fiocco. La disposizione (profondità e passo) sarà a cura del progettista. In linea di massima si consigliano connessioni passanti o con profondità spinte per almeno 2/3 dello spessore della muratura, con passo di circa 50-100 cm, lungo tutto lo sviluppo delle fasce;
  4. Primerizzazione del supporto con EPOPRIMER;
  5. Stesura dell’adesivo epossidico EPONASTRO GEL;
  6. Applicazione di tessuto in fibra di vetro NASTRO UD/G o in fibra di carbonio NASTRO UD/HT (a seconda delle considerazioni strutturali e scelte nelle grammature e altezze opportune);
  7. Impregnazione del tessuto con resina EPONASTRO GEL;
  8. Connessione alla muratura con connettori a fiocco in vetro o in carbonio di tipo FIOCCO G o FIOCCO CB (impregnati con resina EPOFLUID o con malte/boiacche colabili a matrice inorganica della linea BETONCOL o MACROFLUID) ove necessari;
  9. Stesura di quarzo a grana grossa a spaglio sulla resina ancora fresca per realizzare superficie idonea al successivo ricoprimento con malta;
  10. Ricoprimento protettivo con malta a base calce MACRODRY STRUCTURA.